Quotazioni immobiliari stabili | Mercato immobiliare Italia in crescita

Non si può certo parlare di crisi quando parliamo delle quotazioni immobiliari sul mercato in Italia. Le compravendite poi  continuano ad aumentare a ritmo sostenuto lasciando prevedere ulteriori miglioramenti per il 2019.

La cattiva notizia è invece che il nostro Paese, anche se in crescita in termini di transazioni, resta il fanalino di coda nella classifica dei migliori cinque paesi dell’immobiliare europeo e che le quotazioni immobiliari restano stabili. 

La vera svolta delle quotazioni immobiliari non si intravede ancora.

E ancora: le città più performanti in termini di tenuta dei prezzi nel 2018 non sono solo Milano e Roma, ma anche Firenze, Venezia e due new entry come Rimini e Pisa.

L’European Outlook 2019 di Scenari Immobiliari traccia i contorni dello stato di salute dell’immobiliare italiano ed europeo.
Sarà reso noto al pubblico con l’apertura del Forum di Previsioni e Strategie venerdì 14 settembre a Santa Margherita Ligure – un appuntamento annuale giunto alla sua 26esima edizione, che segna il “ritorno al lavoro” post pausa estiva dei protagonisti dell’immobiliare – e che Il Sole 24 Ore è in grado di anticipare.

Le previsioni del 2019 sono di un ulteriore +7,7% del fatturato

mentre i prezzi delle case sono aumentati in media del 4,9% nel 2018 e si prevedono in crescita del 3% nel 2019.

Segue a ruota la Germania, con un fatturato 2018 in crescita del 10,5%, una stima per l’anno prossimo dell’8,8% e una crescita dei prezzi residenziali del 5,8% nel 2018 (dopo il +8,8% nel 2017) e del 2,9% nel 2019.

Molto bene anche la Spagna, dove il fatturato 2018 cresce del 9,9% (dopo il +11,6% del 2017) e la stima 2019 è di un ulteriore +8,1%, con prezzi delle abitazioni cresciuti del 5,3% nel 2017, del 4,6% quest’anno e del 5,2% stimato per l’anno prossimo, guidando così la futura ascesa delle quotazioni europee.



Lascia un commento