Mutuo oltre 80 %: la nuova strategia delle banche

Il mutuo oltre 80 % del valore d’acquisto oggi è una grossa opportunità. Sembra infatti di assistere ad un periodo in cui,  paradossalmente rispetto a quanto visto finora in particolare nel periodo della crisi finanziaria, le banche vanno a caccia di mutuatari anzichè il contrario come dovrebbe essere invece la consuetudine. Eppure lo scenario attuale regala anche queste situazioni, in un mercato dei mutui che negli ultimi anni è stato sostenuto soprattutto dal boom delle operazioni di surroga che però adesso sembrano un pò arrancare, certamente perchè già in tanti oramai hanno già approfittato della possibilità. 

Segnali dal mercato

Contemporaneamente si ha difficoltà ad intravedere segnali convincenti di ripresa sul mercato immobiliare, che poi è quello che in realtà alimenta la domanda. Il barometro Crif fa registrare a febbraio una riduzione delle richieste dei mutui del 6,9% rispetto a 12 mesi precedenti.

Non c’è quindi da meravigliarsi di un approccio più aggressivo da parte degli istituti bancari che per attirare e fidelizzare la clientela cercando nuove leve da azionare. Fra le leve a disposizione delle banche quella del prezzo – ossia dello spread praticato  – è quella principale ma sembra ormai difficilmente utilizzabile ancora dati i livelli di minimo storico ormai raggiunti. Per fronteggiare una domanda in contrazione restano quindi pubblicità e promozione, incentivazione dei canali distributivi, miglioramento dei processi di vendita e istruttoria, ma soprattutto l’estensione della gamma di prodotto e l’allargamento delle policy creditizie.

In questo contesto appare chiaro un ritorno di interesse per l’offerta del mutuo oltre 80 % del valore dell’immobile oggetto di acquisto

 

Fonte: articolo de Il Sole 24 Ore di Maximilian Cellino pubblicato il 27 marzo 2018



Lascia un commento