Comprare casa senza soldi: cinque modi per chi non ha disponibilità

Come comprare casa senza soldi liquidi o di garanzie da offrire alla banca: dal leasing al rent to buy.

Contratti di lavoro precari, stipendi non adeguati al costo della vita e spesso insufficienti a mantenersi, estrema mobilità e possibili trasferimenti: sono svariati gli ostacoli che oggi si frappongono all’acquisto di una casa da parte di una famiglia media monoreddito. Oggi il potere di acquisto del denaro è calato nonostante l’inflazione pressoché assente degli ultimi anni. In verità sono anche incrementate le spese per beni di consumo, per servizi e abbonamenti che un tempo non incidevano sul bilancio personale: si pensi all’acquisto di uno o più computer, a una connessione a internet, ad almeno un cellulare a testa con relativo contratto voce e dati; poi ci sono gli abbonamenti alle pay-tv e i viaggi che, ormai, non mancano per nessuno, spinti dalle numerose offerte delle compagnie low cost. Insomma alla fine del mese lo stipendio è risicato e non resta un granché da conservare sul conto. Trent’anni fa era molto più facile risparmiare. I nostri genitori, sebbene con sacrifici, sono riusciti ad acquistare un appartamento per sé e per i propri figli, cosa che questi ultimi probabilmente non riusciranno a fare. Ecco perché la legge, anche per sostenere l’edilizia, ha creato delle soluzioni per comprare casa per chi dispone di scarsa liquidità. Su tutti, poi, regna ormai sovrano il cosiddetto bonus prima casa che è una agevolazione fiscale in grado di far risparmiare diverse decine di migliaia di euro nel caso di acquisto della prima abitazione di residenza. Ma adesso procediamo con ordine e, prima di procedere nella lettura, ti consiglio di aprire anche la pagina relativa alla nostra guida Comprare casa senza soldi che potrà fornirti ulteriori approfondimenti su tutti i temi che andremo qui di seguito a trattare….



Lascia un commento